Sostituire il cavo della Frizione

 

Per la serie: non è vero ma ci credo!

Tre del pomeriggio. Sto per uscire dal parcheggio, mi fermo allo stop. A destra nessuno. A sinistra solo una balla di polvere stile farwest che rotolava. Colonna sonora: Uau uau uaaaa ……. ua ua ua.

Ingrano la prima,  stacco mezza frizione e devo inchiodare per evitare di essere investito. O mi trovo nel mezzo del Grand Prix, o quello che è arrivato a 100 all’ora è proprio uno str…zo!

Alzo la mano richiamandolo all’attenzione dei suoi cari defunti! "malimortaccituaaaaa"

Iniziamo così allegramente a discutere del più e del meno, gli chiedo se lui è arbitro di professione o solo dilettante  e  ci salutiamo ricordando i mestieri più antichi che le nostre madri fanno di notte sulle statali.

Riparto … Prima, Seconda, Terza, Quarta, frenata, scalo ….TAC! Addio frizione!

"Malimortacci sua!!! che gufo del malaugurio" Vabbeh continuo di terza fino a casa.

Giunto al box, mi si presenta questa situazione:

Il barilottino del cavo frizione andato. Perso per sempre!

Mettiamoci a lavoro.

Sostituire il cavo della Frizione è un’operazione tanto semplice quanto intuitiva.

In questa guida ho cambiato il cavo frizione alla Vespa Px, ma non credo ci siano grosse differenze per la Star Deluxe.

Affacciamoci sotto, in corrispondenza della ruota posteriore e cerchiamo l’altro capo del filo.

Con l’aiuto di una pinza afferiamolo, e tiriamolo via con delicatezza, così da non danneggiare la guaina.

Prima di buttare via il cavo spezzato, allentiamo la vite, sfiliamo e conserviamo il fermacavo.

Prendiamo il nostro cavo frizione di scorta ( che per la legge di murphy era quello che si è spezzato e avete dimenticato di ricomprare), e ingrassiamolo per bene per facilitare il prossimo inserimento nella guaina.

Torniamo sul manubrio e inseriamo il nuovo cavo di frizione nella guaina. Se non trovate subito il buco, insistete a piccoli tentativi, prima o poi entrerà! Con dolcezza, spingiamo il cavo fino a quando non vedremo uscire il capo dall’altro lato della guaina. Se durante il suo tragitto il cavo si ferma, tornate un pò indietro e spingete ancora (sempre con delicatezza). Se ancora non va, lubrificatelo meglio. (Se siete arrivati a leggere questa pagina perchè avete cercato su google altri tipi di buchi e lubrificanti, mi dispiace ma qui si parla di frizioni e motori).

Ingrassiamo il cavo

Inseriamo il cavo nella guaina partendo dal manubrio

Tiriamo quasi tutto il cavo dal lato frizione. 

Tiriamo il cavo e facciamolo passare nell’occhiello della frizione. Non tiriamo completamente il cavo, ci serve che sia un pò lasco, per permetterci di inserire il barilotto nella leva frizione del manubrio che sta dall’altro capo.

Inserito il barilotto, torniamo giù. Ricordate il fermacavo che abbiamo conservato prima? Bene, inseriamolo e facciamo scorrere fino ad arrivare all’occhiello della frizione, stringiamolo poco, quel tanto che basta affinchè non scivoli via.

Con l’aiuto di una pinza ora, tiriamo con decisione il cavo, sentiremo provenire dall’alto un "clack" della leva posta sul manubrio che ritorna nella sua posizione naturale. Questo è il momento di posizionare per bene il fermacavo vicino all’occhiello e serrarlo energicamente.

Poco più avanti del fermacavo e poco prima che inizi la guaina c’è il un regolatore tendicavo che ci permetterà di registrare correttamente la frizione.

Importante: lasciate che la leva sul manubrio abbia un po’ di gioco, circa 2 mm, prima che la frizione venga tirata. La frizione non deve essere troppo tirata, questo serve ad evitare che le marce saltino e per prevenire il consumo dei dischi.

 

Extra: Mi sono ridotto una schifezza! Come dimostrano le mie mani nelle foto e la carenza di pulizia sotto al motore. Già che c’ero, ho utilizzato un prodotto specifico per la pulizia motori comprato al supermercato, e devo dire che i risultati sono stati sorprendenti!

Seguimi e lasciami un like 🙂

9 pensieri su “Sostituire il cavo della Frizione

  1. Il cambio del cavo l’ho fatto alla vespa Px. Ma non ha grandi differenze rispetto alla Star Deluxe, forse va solo smontata la cuffia sotto al carter per arrivarci più agevolmente.

  2. bravo- ben detto -meglio espresso-ce ne devono essere di piu’ -di gente come te ,tutti i vespaioli ora sanno di piu’…..ciao al prossimo articolo-se hai domande falle,anche non di meccanica——

  3. 20 euri? 5 euri????

    Dalle mie parti gli unici due meccanici che ne capiscono un minimo di vespa, si fanno pagare le stesse tariffe dei più affermati neurochirurghi….

  4. Grazie sei stato veramente di grande Aiuto
    Complimenti per la qualità delle spiegazioni
    Oggi si è rotto il cavo della mia vespa e non sono riscito a trovarlo ti rendi conto sono a Roma !
    Auguri per un sereno Natale
    Lupin

  5. Complimenti e grazie! Articolo utilissimo… soprattutto in paesi come qui in Irlanda dove i meccanici vespisti sono pochi, esosi e cialtroni. Unico appunto… evita per il futuro commenti del tipo: “(Se siete arrivati a leggere questa pagina perchè avete cercato su google altri tipi di buchi e lubrificanti, mi dispiace ma qui si parla di frizioni e motori).”
    Mi sto rotolando ancora dal ridere qui in ufficio, ho le lacrime e sono piegato sotto la scrivania e i colleghi stanno pensando che sia pazzo…. :))))))))))))))))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *